Sociologia Visuale
[ Abstract | Interventi ]

E.Cuscusa - PRIN 2008In una società impregnata di immagini come quella attuale, sempre più si sente la necessità di usare l’immagine (fissa o in movimento) anche nelle ricerche sociali, basandosi però, a differenza dell’uso giornalistico delle immagini, su un apparato concettuale e delle ipotesi di ricerca metodologicamente fondate, che rispondano a criteri di validità, attendibilità, comparabilità, coerenza e convergenza.

La Sociologia Visuale è la nuova branca della Sociologia (pone le basi negli Anni ‘70, con la scuola di Chicago) che parte dalla necessità di sfruttare le potenzialità euristiche delle immagini e permette di superare la separazione fra la comunicazione verbale e quella iconica (“rende possibile definire sul piano verbale e intellettuale ciò che l’immagine mostra e rileva” - Faccioli, Losacco, 2003).

E.Cuscusa - PRIN 2008Dato il crescente interesse per l’uso delle immagini in Antropologia e in Sociologia, è importante la formazione di un punto di riferimento, documentale e di ricerca (attualmente assente in Sardegna, salvo alcuni materiali reperibili presso l’ISRE di Nuoro), che ponga l’accento sulle nuove teorie e metodologie di ricerca riguardanti la sociologia visuale e che possa sostenere attivamente la ricerca in tale direzione, in collaborazione con Enti di Ricerca e Università, su progetti incentrati sul territorio e non solo.

Immagini tratte dalla Ricerca "Domesticating space: an investigation into the practices of crossing and delimiting urban space", PRIN 2008 (progetto nazionale delle Università di Cagliari, Milano Bicocca, Pavia, Orientale di Napoli e Torino)